Torta Prato Fiorito

on

La mia bambina per il suo compleanno mi aveva chiesto una “torta primavera”. Le ho chiesto cosa intendesse e mi ha detto “un prato fiorito”! …Come non accontentarla? Ho pensato come realizzarla e mettendo insieme un po’ delle ricette a cui ricorro spesso è uscita la mia Torta Prato Fiorito.

Ingredienti per la Torta Prato Fiorito:

Ingredienti per il Pan di Spagna (vedi ricetta)

Ingredienti per la farcitura di Crema al latte di mandorla (vedi ricetta)

Ingredienti per la copertura e la decorazione:

  • 500 ml di panna fresca (da montare)
  • 500 ml di mascarpone
  • 100 g di zucchero a velo vanigliato
  • colorante naturale verde per dolci (in polvere)
  • 2 panetti di pasta di zucchero colorata
  • perline colorate

Procedura della Torta Prato Fiorito:

Partite realizzando il Pan di Spagna (secondo la ricetta) e lasciatelo freddare.

Realizzate la Crema al latte di mandorle (secondo la ricetta) e mettetela da parte.

Tagliete il Pan di Spagna in tre strati e bagnate la base con del latte di mandorle; farcite poi con la crema al latte di mandorle (1) e sovrapponete il secondo strato.

20191122_182238 (1)

Bagnate anche quest’ultimo con il latte di mandorle (2), farcite con altra crema (3) e sovrapponete l’ultimo strato di Pan di Spagna (4).

20191122_182516 (2) 20191122_182835 (3) 20191122_183255 (4)

Procedete a realizzare la copertura per la vostra Torta Prato Fiorito, preparando la crema a base di panna e mascarpone: in una ciotola lavorate il mascarpone con lo zucchero a velo e montatelo con delle fruste elettriche fino a renderlo morbido. Montate la panna ben ferma e mescolatela delicatamente al mascarpone, aggiungendo man mano un po’ di colorante in polvere (5). Poi, con una spatola, spalmate la superficie e i bordi dela torta con un leggero strato di crema (6).

20191122_232122 (5) 20191122_232744 (6)

Mettete il resto della crema in una sac à poche e procedete a ricoprire la superficie e i bordi della torta con delle piccole “rose ” di crema (7). Poi mettete in frigorifero, mentre vi dedicate alla preparazione dei fiori.

20191122_234351 (7)

Procedete a realizzare le rose della vostra Torta Prato Fiorito: lavorate leggermente la pasta di zucchero con le mani e poi stendela con l’aiuto di un mattarello (8). Realizzate 3 dischetti utilizzando un bicchiere o una tazzina della dimensione che preferite e posizionateli in fila, in modo che ognuno si sovrapponga leggermente a quello davanti (9).

20191122_183909 (8) 20191122_184053 (9)

Arrotolate i dischetti partendo dal primo fino al terzo (10) e alla fine tagliate a metà il rotolino ottenuto (11).

20191122_184114 (10) 20191122_184149 (11)

Le due metà costituiranno 2 roselline (12) di cui dovrete aprire i petali con le dita (13).

20191122_184206 (12) 20191123_002153 (13)

Decorate la torta, disponendo le rose a piacere, magari con l’aggiunta di perline (14, 15).

IMG-20191123-WA0006 (14)  IMG-20191123-WA0010 (15)

La vostra Torta Prato Fiorito è pronta da gustare, con la bocca ma anche con gli occhi! (16)

20191123_144323 (16)

CONSIGLI DELLA FORCHETTA DI RAME:

  • conservate la Torta Prato Fiorito in frigorifero;
  • non usate subito tutto il colorante ma aggiungetelo poco alla volta per evitare di eccedere; allo stesso tempo non mescolate troppo la crema per evitare che la panna si smonti;
  • usate il colorante in polvere perchè usando quello liquido potreste rendere troppo molle la panna;
  • prima di farcire gli strati di Pan di Spagna, posizionate la Torta Prato Fiorito direttamente sul piatto su cui la servirete, per evitare di spostarla una volta decorata e magari rovinarla;
  • se preparate la Torta Prato Fiorito il giorno prima, conservate le rose in una scatola chiusa, in frigorifero: sono di pasta di zucchero per cui con il contatto prolungato (di giorni) con la crema a base di panna, tendono a lasciare un po’ di colore;
  • personalmente aumento sempre di poco le dosi di panna e mascarpone per la crema: ho sempre paura che non mi basti; le dosi indicate sono in realtà sufficienti per uno stampo di circa 26-28 cm, ma in caso vi consiglio di abbondare un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.