Seppie in zimino

Si tratta di un piatto della tradizione ligure di cui esistono varie versioni. Io seguo in modo abbatanza fedele la tradizione: ne ottengo un secondo completo, molto saporito e pratico da preparare!

Ingredienti:

  • 800 g di seppie (surgelate)
  • 500 g di biete fresche
  • 1 cipolla (piccola)
  • 1 carota
  • 1/2 gambo di sedano
  • 5-6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 bicchiere di passata di pomodoro
  • 1 pizzico di zucchero (per eliminare l’acidità del pomodoro)
  • un ciuffetto di prezzemolo fresco (o una manciata di quello tritato e surgelato)
  • sale e pepe q.b.
  • (a piacere 1 pizzico di peperoncino)

Procedura:

Sbucciate la cipolla, lavate il sedano e pelate la carota: tagliate tutto a pezzetti piccoli e mettete in una pentola con 3 cucchiai di olio (1).

20170130_183139 (1)

Lavate le fogie di bieta (2) e tagliatele a fettine sottili, poi unitele al soffritto (3). Lasciate cuocere per 10 minuti.

20170130_183701 (2) 20170130_184430 (3)

Dopo aver decongelato e sciacquato le seppie, tagliatele a fettine e unitele alle biete nelle pentola (4). Aggiungete 2 cucchiai di olio, la passata di pomodoro (5), il pizzico di zucchero per regolarne l’acidità e aggiustate di sale e di pepe. Lasciate cuocere per 30 minuti e verso la fine unite il prezzemolo. A piacere potete aggiungere un pizzico di peperoncino: ne esalta il gusto!

20170130_190026 (4) 20170130_190204 (5)

Servite le vostre seppie in zimino! (6)

20170130_193522 (6)

CONSIGLI:

  • Alcuni usano solo le foglie delle biete e non le coste; io utilizzo tutto ma se preferite usare solo le foglie, potete utilizzare le coste per arricchire un minestrone.
  • Potete accompagnare le seppie a dei crostini di pane e servirle con un filo di olio nel piatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.