Rivisitazione del “Manicotto Boemo” (o Trdelnìk)

Il “Manicotto Boemo” è un dolce delizioso che ho avuto modo di assaggiare più volte durante fiere o alle bancarelle. Ho provato a riprodurlo: la ricetta è molto semplice ma è la modalità di cottura a dare non pochi problemi. Ho dunque pensato ad una rivisitazione: il dolce che ne risulta è molto diverso, ma io riesco a riavvertirne il gusto.

Ingredienti:

  • 260 g di farina 00
  • 110 ml di latte
  • 1 uovo
  • 30 g di burro
  • 60-70 g di zucchero
  • 1/2 panetto di lievito di birra fresco
  • 2-3 mele
  • 1 tuorlo d’uovo (per spennellare)
  • zucchero e cannella q.b.

Procedura:

Sciogliete in una ciotola il lievito con un po’ di latte caldo e un pizzico di zucchero; lasciate agire qualche minuto e poi aggiungete il resto del latte, la farina, lo zucchero e amalgamate il tutto. Aggiungete il burro e l’uovo e continuate ad amalgamare per una decina di minuti (1). Coprite la ciotola con un panno e lasciate riposare il composto per almeno un’ora.

20171020_210929 (1)

Trascorso il tempo potete procedere a realizzare il manicotto: il problema è che servono gli attrezzi giusti perchè necessita di una cottura particolare. Io ho provato ad utilizzare lo stampo per ciambellone rivestito di carta forno leggermente bagnata e strizzata, dove ho arrotolato delle striscioline non troppo spesse di impasto ma l’effetto visivo non è affatto riuscito!

Ho dunque pensato a realizzare con l’impasto delle piccole tortine farcite alle mele perchè l’umido della mela aiuta a tenere morbido l’impasto che altrimenti dopo un giorno o due tende a seccare.

Sbucciate e tagliate le mele a pezzetti, mescolatele all’impasto e riempite degli stampini da muffin. Prima di cuocere, spennellate con tuorlo d’uovo sbattuto e cospargete di zucchero e cannella (2).

20171020_224610 (2)

Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15-18 minuti, un po’ di più se usate stamipini piuttosto grandi (3).

20171021_091015 (3)

CONSIGLI:

  1. Prima di aggiungere le mele all’impasto, potreste passarle sul fuoco per 2-3 minuti con una noce di burro e un dito di rhum.
  2. Considerato che la consistenza tende a seccare, vi consiglio di surgelare i dolcetti che pensate di non consumare a breve termine e lasciarli decongelare a temperatura ambiente quando vorrete gustarli (magari lasciandoli in frigorifero la notte precedente): li troverete ancora morbidi e deliziosi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.